ESPORTAZIONE MONDIALE? ISPM 15? Nessun problema con gli INKA-PALLETS!

Tutti i pallet INKA sono soggetti allo standard ISPM 15, che impedisce l'introduzione e la diffusione di parassiti delle piante nei paesi target. Questo standard ISPM 15 applica requisiti speciali per imballaggi in legno come scatole o pallet. Queste misure includono ad es. Trattamento termico, scortecciamento, marcatura IPPC ecc. Finora, quasi 200 paesi hanno implementato questo standard ISPM 15. Ciò comporta costi aggiuntivi per il pretrattamento e l'impegno amministrativo nell'esportazione all'estero.


Poiché i pallet INKA sono realizzati in legno pressato, sono riconosciuti come "legno lavorato" secondo ISPM 15 e non sono interessati dalle misure per gli imballaggi in legno. I pallet INKA possono essere utilizzati immediatamente per l'esportazione nei paesi ISPM 15 senza pretrattamento e marcatura IPPC. Al fine di accelerare il controllo doganale, offriamo ai nostri clienti un servizio gratuito con certificati di esportazione personalizzabili. Con l'aiuto del nostro certificato, puoi dimostrare "in bianco e nero" durante il controllo doganale che i pallet INKA sono conformi all'ISPM 15.


Trasporto marittimo e pallet container

Per la spedizione in container all'estero, consigliamo i nostri pallet container, che caricano lo spazio di carico in 2 o 3 file senza lasciare spazi vuoti.
Dai un'occhiata ai nostri piani di stivaggio per container ISO da 20 "e 40".


Pallet per il trasporto aereo di merci: leggeri e a prova di manomissione

I pallet di esportazione INKA sono leggeri e conformi all'ISPM 15, che li rende la scelta giusta per le vostre spedizioni di merci aeree La superficie del pavimento chiusa garantisce che la successiva manipolazione (ad esempio nascondere un esplosivo) sia difficilmente possibile. Se i pallet INKA sono completamente caricati e avvolti attorno alle gomme o avvolti con un foglio, compresi i piedi e il bordo, sono considerati a prova di manomissione e non verranno controllati di nuovo.

 


1. Che cosa significa „Standard ISPM 15“?

Lo Standard ISPM 15 è una misura fitosanitaria internazionale. È stata varata dalla Segreteria della “Convenzione Internazionale per la Protezione dei Vegetali” (IPPC) al fine di evitare, tramite un regolamento uniforme per l’importazione, che siano  introdotti e diffusi patogeni dei vegetali tramite l’uso di imballaggi di legno come ad es. casse o bancali.

 

2. Perché è importante che i bancali INKA siano conformi alle normative ISPM15?

Negli imballaggi di legno, come casse e pallet, possono annidarsi organismi che se esportati e introdotti in altri paesi possono diventare nocivi e molto pericolosi per la flora locale. Questo è un problema sempre maggiore in seguito alla globalizzazione, rischio che può essere però contrastato tramite il regolamento ISPM15. Secondo questa misura fitosanitaria gli imballi di legno devono essere trattati e marchiati, allo scopo di evitare la diffusione di parassiti nocivi. Per le palette INKA non sono necessarie tali procedure: i bancali sono prodotti in legno pressato, nel quale non si può annidare alcun organismo. Di conseguenza i pallet INKA possono essere usati per qualsiasi esportazione senza necessità di trattamento o marchiatura. Un ottimo risparmio di tempo e denaro per ogni spedizione!

 

3. Le palette INKA sono certificate ISPM15?

ISPM 15 non è un certificato ma una parte dello Standard fitosanitario internazionale. I bancali INKA sono sicuramente conformi all’ISPM15: nessun organismo nocivo  può infatti annidarsi nel pallet poiché viene prodotto in legno pressato che, come “processed wood” o come “derivato del legno”, è escluso dalla normativa ISPM15. Di conseguenza le pallette INKA possono essere importate senza bisogno di trattamenti aggiuntivi e di marchiatura.

Per l’esportazione su pallet INKA non è necessario nessun certificato. Comunque, per accelerare le pratiche doganali, Vi offriamo la possibilità di scaricare sul ns. sito internet dei certificati personalizzati

4. I bancali INKA sono marchiati IPPC?

No, i pallet INKA sono prodotti di legno pressato considerato “derivato del legno” o “processed wood”. Come tali non rientrano nella normativa ISPM15 e non hanno bisogno di trattamento o marchio IPPC per l’esportazione.

Il certificato per l’esportazione non è quindi necessario. Per facilitare le procedure doganali vi offriamo comunque la possibilità di scaricare dei certificati personalizzati sul ns. sito internet.