Non avete trovato la risposta alla Vostra domanda? Compilateci il modulo richiesta e indicateci il Vs. quesito!

 

1. Che cosa significa „Standard ISPM 15“?

Lo Standard ISPM 15 è una misura fitosanitaria internazionale. È stata varata dalla Segreteria della “Convenzione Internazionale per la Protezione dei Vegetali” (IPPC) al fine di evitare, tramite un regolamento uniforme per l’importazione, che siano  introdotti e diffusi patogeni dei vegetali tramite l’uso di imballaggi di legno come ad es. casse o bancali.

 

2. Perché è importante che i bancali INKA siano conformi alle normative ISPM15?

Negli imballaggi di legno, come casse e pallet, possono annidarsi organismi che se esportati e introdotti in altri paesi possono diventare nocivi e molto pericolosi per la flora locale. Questo è un problema sempre maggiore in seguito alla globalizzazione, rischio che può essere però contrastato tramite il regolamento ISPM15. Secondo questa misura fitosanitaria gli imballi di legno devono essere trattati e marchiati, allo scopo di evitare la diffusione di parassiti nocivi. Per le palette INKA non sono necessarie tali procedure: i bancali sono prodotti in legno pressato, nel quale non si può annidare alcun organismo. Di conseguenza i pallet INKA possono essere usati per qualsiasi esportazione senza necessità di trattamento o marchiatura. Un ottimo risparmio di tempo e denaro per ogni spedizione!

 

3. Le palette INKA sono certificate ISPM15?

ISPM 15 non è un certificato ma una parte dello Standard fitosanitario internazionale. I bancali INKA sono sicuramente conformi all’ISPM15: nessun organismo nocivo  può infatti annidarsi nel pallet poiché viene prodotto in legno pressato che, come “processed wood” o come “derivato del legno”, è escluso dalla normativa ISPM15. Di conseguenza le pallette INKA possono essere importate senza bisogno di trattamenti aggiuntivi e di marchiatura.

Per l’esportazione su pallet INKA non è necessario nessun certificato. Comunque, per accelerare le pratiche doganali, Vi offriamo la possibilità di scaricare sul ns. sito internet dei certificati personalizzati

4. I bancali INKA sono marchiati IPPC?

No, i pallet INKA sono prodotti di legno pressato considerato “derivato del legno” o “processed wood”. Come tali non rientrano nella normativa ISPM15 e non hanno bisogno di trattamento o marchio IPPC per l’esportazione.

Il certificato per l’esportazione non è quindi necessario. Per facilitare le procedure doganali vi offriamo comunque la possibilità di scaricare dei certificati personalizzati sul ns. sito internet. 

5. I bancali INKA sono idonei anche per le spedizioni via mare?

Sì, le pedane INKA possono essere utilizzate per le spedizioni via mare. Per il trasporto su container via mare sono particolarmente idonee le palette container F76 e F11. Contrariamente all’uso del formato EURO potete sfruttare ogni singolo centimetro del container utilizzando le misure 760 x 1140 m (F76) e 1140 x 1140 mm (F11). Ponendo esattamente due bancali F11 uno vicino all’altro o tre bancali F76 lo spazio e di conseguenza i costi di trasporto su container possono essere ottimizzati.

Come tutti i  bancali INKA anche i pallet container F11 e F76 sono conformi alle normative ISPM15 e possono essere esportati in tutto il mondo senza necessità di trattamento o marchiatura.

6. Che cos’è una spedizione protetta da manomissioni?

Grazie alle loro caratteristiche i bancali INKA sono spesso usati per le esportazioni e anche per le spedizioni via aerea. Le pedane INKA sono leggere, impilabili e poco ingombranti e possono essere esportate senza necessità di trattamento o marchiatura.

Dal 2013 sono entrate in vigore delle nuove direttive di sicurezza per le spedizioni delle merci via aerea. Affinché una spedizione sia considerata protetta da manomissioni, deve essere imballata in modo che nessuno possa in seguito nascondere nell’imballo materiale esplosivo. Le palette INKA sono ideali per tali spedizioni via aerea poiché hanno una superficie chiusa nella quale non ci si può nascondere successivamente nessun materiale. Se il carico è distribuito in maniera omogena e regettato o viene completamente avvolto, piedini compresi, con film avvolgibile, i bancali INKA sono inoltre ritenuti protetti da manomissioni e non vengono ulteriormente controllati; sempre  premesso che chi spedisce abbia ottenuto la qualifica di “Mittente Conosciuto-MC” presso l’ENAC, indipendentemente dall’imballo utilizzato per la spedizione.

 

7. I bancali INKA contengono sostanze pericolose?

Le palette INKA non contengono nessuna sostanza pericolosa. I ns. bancali sono composti fra l’85% e il 90% da segatura e trucioli di legno di recupero e fra il 10% e il 15% da resina ureica. Nel processo produttivo sono rispettate inoltre le normative riguardanti i bancali (EU 94/62) e ai pallet INKA non è addizionata nessuna sostanza nociva per la salute, conformemente alla normativa sul divieto dell’uso di sostanze chimiche per la protezione del legno (ChemVerbotV).

In base ai prelievi di emissioni di formaldeide le palette INKA sono classificate a bassa emissione classe E1/pannelli a base di legno. Le pedane INKA non rilasciano inoltre alcuna sostanza nociva sui prodotti alimentari o imballi in genere. In aggiunta i bancali INKA sono completamente biodegradabili.

8. Come sono prodotti i bancali INKA?

Le ns. palette INKA sono prodotte dal ns. partner pluriennale “Presswood” in Ermelo – Paesi Bassi. Il legno industriale scelto, come ad es. vecchie pedane, trucioli e residui di segherie, è macinato ed essiccato. La segatura ricavatane viene incollata con la resina ureica e pressata in uno stampo speciale ad alta pressione e temperatura.

La garanzia della qualità è assicurata grazie all’uso di moderne macchine da test e a controlli di fabbricazione realizzati in conformità alle norme EN ISO 9003, come già confermato anche dalla verifica di sicurezza dell’ente TÜV Südwest.       

9. Le palette INKA possono essere utilizzate anche nel settore alimentare?

Sì, i bancali INKA sono idonei anche all’uso nel settore alimentare. In tal caso è necessario far attenzione che il contatto con il pallet INKA è possibile solo se i prodotti sono confezionati. Non sono invece idonei per il trasporto di carne cruda o prodotti surgelati.